Firma la petizione!

16 07 2007

Dopo alcune riflessioni ed una Assemblea straordinaria dedicata a questi argomenti, dalle parole si è passati ai fatti!

Ed i fatti, in questo frangente, si chiamano “Petizione” popolare; si può leggere, on-line, qui e rappresenta il frutto delle discussioni e del confronto di queste ultime settimane. L’invito, ovvio e scontato, rivolto a tutti i cittadini della zona (e non solo) è quello di sottoscriverla.

Di seguito, il testo integrale della Petizione:

AL SIGNOR SINDACO DI FIRENZE, ALL’ILL.MO PRESIDENTE DEL Q5, AL SIGNOR QUESTORE DI FIRENZE, AL SIGNOR COMANDANTE DEI CARABINIERI DI FIRENZE, ALL’ILL.MO DIRETTORE DELL’ARPAT

La “sicurezza” dovrebbe essere un diritto garantito ad ogni cittadino: e’ un valore fondamentale di ogni societa’ civile, irrinunciabile e, per sua natura, prezioso.

Siamo un gruppo, numeroso, di cittadini che abitano nella zona di Quaracchi/Brozzi/Pistoiese, nel quartiere 5 di Firenze: molti di noi abitano in via del Pesciolino, via dell’Osteria, via Umbria, via Veneto, via di Cocco, via Pistoiese, etc. e nelle zone immediatamente limitrofe. Tra di noi ci sono sia pensionati che (molte) famiglie con figli, anche piccoli; come pure singles, giovani coppie e famiglie in formazione.

Recentemente, soprattutto negli ultimi mesi, abbiamo assistito ad una paurosa escalation di atti criminali, che non esitiamo a definire, in base alla nostra esperienza, ‘senza precedenti’. Ripetuti furti in case ed appartamenti, nelle cantine (private e condominiali), nei garages; furti ed atti vandalici ai danni di autoveicoli e motoveicoli. Nella zona, come hanno scritto anche fonti di stampa cittadine, ci sono inoltre state anche delle vere e proprie aggressioni, oltre a scippi e reati similari. Inoltre conviviamo quotidianamente con problemi legati ad emissioni inquinanti non più tollerabili: rumori di aerei in transito, odori acri e persistenti provenienti dalle zone oltre il fiume Arno. Per non parlare delle “situazioni abitative” precarie ed abusive che vedono capannoni/edifici abbandonati occupati da persone di nazionalità non italiana, in situazioni ambientali ed igieniche non tollerabili.

SIAMO SERIAMENTE PREOCCUPATI! LA SITUAZIONE SI E’ FATTA INSOSTENIBILE!

Gentile signor Sindaco, nelle sue “linee programmatiche”, nel capitolo che interessa la Polizia Municipale, Lei afferma che uno dei suoi impegni e’ quello di “… rilanciare il Vigile di quartiere …”. Afferma inoltre che “… va valorizzato il ruolo della Polizia municipale anche come punto di riferimento per i problemi quotidiani, in rapporto con [gli] abitanti dei quartieri e [le] categorie economiche …”, e tra gli immediati obiettivi da perseguire si propone anche quello relativo allo “… sviluppo del coordinamento per attività legate alla percezione della sicurezza (degrado urbano, etc.) …”. Quelle che noi, genericamente, chiamiamo ‘Forze dell’Ordine’ (e che, dal nostro punto di vista, comprendono tutti: Polizia, Vigili Urbani, Carabinieri) sembrano essere assenti nella nostra zona; o se presenti, sicuramente in misura nettamente inferiore alle oggettive necessità. Questa è la nostra vera percezione, la nostra sensazione: ci sentiamo abbandonati!

Gentile signor Sindaco di Firenze, gentile Presidente del Q5, gentilissimo Signor Questore di Firenze, gentile Signor Comandante dei Carabinieri di Firenze, ill.mo Direttore dell’ARPAT (ad ognuno per la propria competenza):

  • Chiediamo un MAGGIOR PRESIDIO DEL TERRITORIO da parte delle Forze dell’Ordine (Vigili Urbani, Polizia, Carabinieri) perche’ possa essere tutelata la “sicurezza” di tutti noi. Non siamo cittadini di serie B e non vogliamo essere considerati come tali!
  • Chiediamo che vengano DEFINITIVAMENTE risolte quelle ‘situazioni abitative precarie’ di cui la nostra zona è piena. Persone di nazionalita’ straniera, immigrati spesso irregolarmente presenti sul territorio italiano, eleggono a proprio domicilio ed abitazione capannoni ed edifici abbandonati. Tali realtà, ben conosciute dalle Forze dell’Ordine (tra le quali citiamo la Caserma dei Carabinieri di Peretola), sono fucine di micro-criminalità!
  • Chiediamo URGENTEMENTE la MESSA IN SICUREZZA di un capannone abbandonato nell’Area ex-Gover, tra via del Pesciolino e via dell’Osteria, peraltro già da tempo “abitazione” di numerose persone di nazionalità straniera che presenta, addirittura, una copertura di AMIANTO. Tutti conoscono quanto è pericoloso questo materiale! Vogliamo che venga tutelata la salute sia nostra che dei nostri figli! Inoltre, a pochi metri di distanza, stanno per essere ultimati 2 asili nido comunali, che a breve saranno operativi: possibile che nessuno abbia a pensato a bonificare la zona, risolvendo definitivamente i problemi in essere?
  • Chiediamo che vengano “bonificate” e RIPULITE le rive del canale di scolo, quello parallelo al fiume Arno, che versano in una situazione di totale degrado ed abbandono;
  • Chiediamo un intervento, in particolare da parte di ARPAT, per far CESSARE le EMISSIONI INQUINANTI (rumori, odori) che quotidianamente oltrepassano la soglia della tollerabilità.

Gentile signor Sindaco di Firenze, gentilissimo Signor Questore di Firenze, gentile Signor Comandante dei Carabinieri di Firenze, ill.mo Direttore dell’ARPAT: I CITTADINI FIRMATARI DI QUESTA PETIZIONE VI CHIEDONO DI INTERVENIRE AL PIU’ PRESTO!

Provvederemo, tramite la stampa locale (giornali), le televisioni regionali, Internet (il nostro sito web: https://pesciolino.wordpress.com), nonche’ tramite altri canali/mezzi che riterremo utili, a dare la piu’ ampia e diffusa pubblicità possibile a questa nostra iniziativa. Siamo assolutamente determinati ad andare fino in fondo, visto si tratta della nostra salute e della qualita’ della nostra vita!

Attendiamo fiduciosi una vostra risposta, augurandoci che possa essere veloce, efficace e concreta.

Cordiali saluti,

I CITTADINI FIRMATARI DELLA PETIZIONE

Annunci

Azioni

Informazione

7 responses

18 07 2007
Vino da Burde - » Firenze e la sua periferia: ma è ancora Firenze?

[…] Ci spiace tornare a parlare di Quaracchi Brozzi, Peretola e Petriolo per motivi non troppo felici…Questi quattro quartieri storici fiorentini inglobati in Firenze nel 1955,  facevano parte fino ad allora dello storico comune di Brozzi che raggruppava 4 piccoli paesi quasi autonomi molto modesti ma dotati già di attività economica propria che non dipendevano da Firenze per approvigionamento. Senza contare il fatto che Peretola ha dato i natali nientepopòdimeno che ad Amerigo Vespucci. La politica urbanistica fiorentina un pò parecchio miope negli anni 60 e 70 ha relegato parte di questi quartieri a zone dormitorio e popolari senza procurare servizi e locali di supporto alla popolazione nè alcun punto di aggregazione se non appunto Burde e poche altre botteghe (che ormai resistono stoicamente solo nel centro commerciale naturale di Peretola). Negli ultimi anni l’edilizia popolare e non ha avuto nuovo slancio ma soprattutto in queste zone si sono venuti ad accumulare emergenze abitative (leggi baracche) in zone dismesse che persone di nazionalita’ straniera, immigrati spesso irregolarmente presenti sul territorio italiano, eleggono a proprio domicilio ed abitazione capannoni ed edifici abbandonati. Tali realtà, ben conosciute dalle Forze dell’Ordine (tra le quali citiamo la Caserma dei Carabinieri di Peretola), sono fucine di micro-criminalità che rendono la vita di questi quartieri un tempo molto tranquille e socievoli molto difficile. I nostri amici dell’originale blog di condominio Via del Pesciolino, già presentati in questo blog, ci chiedono di dare voce alla petizione che intendono inviare al sindaco e alle autorità per chiedere un maggior presidio del territorio. Da Burde si è sempre impegnato nella riscoperta e nella salvaguardia di questi quartieri con l’iniziativa del Tabernacolo del borgo e della rievocazione storica della Cena dello Imperatore e non ci tireremo di certo indietro adesso! Ecco qui la petizione. […]

1 08 2007
Il mistero del fumo irritante « Condominio di via del Pesciolino

[…] tema è anche un punto importante e centrale della “nostra” Petizione: questo il post che ne parla, questo il testo integrale della Petizione e da qui la si può firmare. […]

18 09 2007
Sgomberato l’ex oleificio Nucci in via Pistoiese « Condominio di via del Pesciolino

[…] ?? Perchè questo ripetuto, continuo, totale silenzio?? Ricordate la Petiozione in atto ?? E’ questa, la potete leggere qui […]

6 12 2007
Amianto: è pericolosissimo … « Condominio di via del Pesciolino

[…] 2 asili ! E non è tutto: nella zona ci vivono centinaia di famiglie che, anche organizzandosi e promuovendo una Petizione (già firmata da tantissimi cittadini), non riescono a farsi ascoltare dal Comune di Firenze […]

26 09 2008
Marcella Macchi

Ho fatto anche io
per il condomino di via Umbria e via Veneto una lettera alle stesse autorità che avete scritto Voi anche per la fabbrica di manufatti di cemento di via dell’osteria,
Mi ha risposto il prefetto di firenze riguardo alla fabbrica, ma per il resto è tutto muto,
Anche io e alcuni genitori abbiamo i bambini alla Materna di via del Pesciolino e quindi siamo interessati in prima persona
Se ci sono delle cose da fare iniziative da prendere, siamo daccordo anche noi e insieme faremo più forza.
Vediamo se fra tutti riusciamo a ottenere più vivibilità dato che le abitazioni ora sono molte e i servizi pochi,
Saluto in attesa di sapere notizie magari buone
per il condominio
Marcella Macchi

15 11 2008
angelica

vi prego io anzi noi tutti speriamo,sognamo,preghiamo,loro,loro ke ci hanno dato solo una vita la vita ke adesso stiamo percorrendo e adesso stiamo perdendo.giacomo,stefania,claudio il comandante,ci hanno fatto kapire che nn dobbiamo aver paura da cio ke ci circonda,anche perche noi con loro siamo a l sicuro,se vi fidate di loro dategli ancora una speranza dopo tanti lunghi anni di fatica,lavoro, ke anno akkumulato nella stessa caserma e voi come me volete ke con tutti questi anni di immensa fatica deve essere gettata via? se nn vi fidate di noi fatelo almeno per loro ka hanno fatto davvero tanto e noi ko tutto il kuore li stiamo aiutando ma nn basta, perche siete voi ke dovete fare molto di piu per loro.ci avete aiutato sempre ma adesso e la esperienza piu importante della nostra vita e perche no anche della vostra forse.ma nn skerziamo kuesta serie e solo 1 e nn la potete imitare con altre serie perche questa e la migliore

18 02 2009
La petizione è sempre aperta e, per chi lo desidera, sottoscrivibile « Condominio di via del Pesciolino

[…] desidera, sottoscrivibile 18 02 2009 Qualche tempo fa abbiamo lanciato, su questo Blog, la sottoscrizione di una Petizione che riguarda alcuni problemi, esistenziali, tipici della realtà quotidiana di questa zona del Q5 […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: