Il mistero del fumo irritante/5

15 10 2007

… sottotitolo: Ci hanno preso in giro per una estate intera!

Ricordate i vari post scritti sul tema “Il mistero del fumo irritante” durante l’estate? Se volete, potete rileggerli qui: [*] primo, secondo, terzo e quarto. Nel quarto post si riprendeva, integralmente, un Comunicato di Arpat, apparso sul loro sito, che aveva questo roboante titolo: “Maleodoranze a Peretola: concordato un piano di azione“. Questi i 5 impegni presi:

[…]

  1. procedere durante il mese di agosto ad intensificare, approfondire ed estendere il controllo documentale e in zona, comprendendo anche la parte ricadente nel Comune di Sesto Fiorentino, sugli insediamenti/servizi/impianti rilevanti ma anche su piccole attività in modo da verificarne la regolarità ambientale, accertare se vi siano attività illecite e se ve ne siano alcune che possono dar luogo ad emissioni di sostanze correlabili agli odori rilevati.
  2. mantenere un’adeguata vigilanza in zona negli orari in cui il fenomeno si è manifestato in maniera più intensa.
  3. contemporaneamente promuovere da parte di tutti gli Enti, con la collaborazione della popolazione, un rilevamento olfattivo su scheda predisposta al fine di giungere ad una mappatura degli odori che possa anche orientare le ricerche dell’origine del fenomeno.
  4. ricostruire un quadro aggiornato della collocazione delle scuole e altri ricettori sensibili, delle fognature, delle industrie insalubri e delle sorgenti emissive.
  5. far circolare tra tutti gli Enti le informazioni relative alle azioni in corso e relativi esiti.

Di quanto sopra sarà inviata nota ai cittadini esponenti. […]

Sembrava tutto sotto controllo … Sembrava, ma invece non è stato così. Come cittadini non abbiamo avuto nessuna percezione nè ritorni in relazione al punto 1 e 2. Il punto 3 fa sorridere (“… un rilevamento olfattivo su scheda predisposta …”), anche se nessuno MAI è venuto a proporre una cosa del genere. Forse, i punti 4 e 5 sono stati espletati. Di sicuro nessuno ha mai informato noi “cittadini esponenti”.

Ma il paradosso, e il termine non rende giustizia ad un concetto che è ancora più sconcertante, è che NESSUNO HA MAI VERAMENTE ASCOLTATO I CITTADINI CHE ABITANO IN QUESTA ZONA. Già da Luglio, più volte, avevamo interessato ARPAT indicando l’IMPIANTO DI CONGLOMERATI BITUMINOSI CHE SI TROVA SULL’ALTRA SPONDA DELL’ARNO COME LA CAUSA DEGLI ODORI NAUSEABONDI.

Questo ha spinto alcuni cittadini a presentare almeno 2 diversi Esposti alla Procura della Repubblica di Firenze; l’ultimo in ordine cronologico è stato presentato da 173 cittadini il giorno Sabato 13 Ottobre 2007 presso la Stazione dei Carabinieri di Firenze-Peretola, nelle mani del Comandante della stessa. Chi vuol leggere quest’ultimo lo può fare cliccando qui.

Ma qual’è il contenuto dell’Esposto?

Quali sono i motivi che hanno spinto 173 persone a prendere una decisione così seria come quella di informare la Procura della Repubblica di Firenze?

[segue]

>>>> 1.a Puntata, domani il seguito.

Annunci

Azioni

Information

4 responses

16 10 2007
Il mistero del fumo irritante/6 « Condominio di via del Pesciolino

[…] Puntate precedenti: 1.a […]

17 10 2007
18 10 2007
Il mistero del fumo irritante/8 « Condominio di via del Pesciolino

[…] precedenti: 1.a, 2.a, […]

19 10 2007
Il mistero del fumo irritante/8 « Condominio di via del Pesciolino

[…] precedenti: 1.a, 2.a, 3.a, […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: