A spasso con l’architetto: tra le pagine di un libro

7 12 2008

La scomparsa del fuoco greco/2
E’ stata ritrovata la formula del terribile fuoco greco, ma questa formula e’ nuovamente stata smarrita, proprio quando Cromwell ha deciso di mostrarla al sovrano per tornare nelle sue grazie.
Infatti Enrico VIII non e’ contento del suo matrimonio (organizzato da Cromwell), e pensa di prendere in moglie l’adolescente nipote del temibile duca di Norfolk, da sempre acerrimo nemico di Cromwell. Se Norfolk andasse al potere, Cromwell verrebbe destituito, e tutti i suoi collaboratori sarebbero in pericolo.
Il Fuoco Greco, di cui si parla in questo libro, e’ una particolare miscela di petrolio e resine vegetali. Dal momento che il petrolio si trovava fondamentalmente in territorio ottomano, erano i Bizantini i suoi più’ grossi utilizzatori, gli altri popoli ne bramavano solo la formula, ritrovabile in alcuni testi alchemici. La proprietà’ più’ terribile del Fuoco Greco era quella di bruciare anche sull’acqua, e veniva utilizzato soprattutto durante battaglie navali, per dar fuoco alle navi nemiche.
Mastro Shardlake, inseguito da due sicari, si ritrova ad indagare tra salotti aristocratici, maleodoranti bassifondi e laboratori alchemici in compagnia di un nuovo personaggio di nome Barak e con il sostegno di un “vecchio personaggio” di nome Guy di Malton.

Buona lettura

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: