Ripartizione delle spese tra proprietario ed inquilino

1 12 2009

Si rompe la caldaia, cedono gli infissi, la tubatura dell’acqua perde, lo scalino si è rotto. Che sfortuna! Ma non solo, quante beghe … Chi paga, il proprietario oppure l’inquilino? Domanda spontanea ma anche spigolosa.

Vediamo, in breve, di fare un pò di chiarezza.  L’art. 1576 del Codice Civile recita:

Il locatore deve eseguire, durante la locazione tutte le riparazioni necessarie , eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore.
Se si tratta di cose mobili, le spese di conservazione e di ordinaria manutenzione sono, salvo patto contrario, a carico del conduttore.

Se ne desume pertanto che, come criterio generale, è il locatore (colui che affitta, quindi il proprietario) che deve eseguire tutte le riparazioni necessarie, ad eccezione di quelle di piccola manutenzione, che sono invece a carico del conduttore (inquilino). Tutte le spese ordinarie sono quindi a carico dell’inquilino, mentre il proprietario è tenuto solo ad intervenire in caso di manutenzione straordinaria.

La legge 392/78 (Disciplina delle locazioni di immobili urbani, conosciuta anche con il nome di Legge equo canone), articolo 9, recita:

Sono interamente a carico del conduttore, salvo patto contrario, le spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e all’ordinaria manutenzione dell’ascensore, alla fornitura dell’acqua, dell’energia elettrica, del riscaldamento e del condizionamento dell’aria, allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonché alla fornitura di altri servizi comuni. Le spese per il servizio di portineria sono a carico del conduttore nella misura del 90 per cento, salvo che le parti abbiano convenuto una misura inferiore.

Il medesimo articolo aggiunge anche:

Quando si eseguano sull’immobile importanti ed improrogabili opere necessarie per conservare ad esso la sua destinazione o per evitare maggiori danni che ne compromettano l’efficienza in relazione all’uso a cui è adibito, o comunque opere di straordinaria manutenzione di rilevante entità, il locatore può chiedere al conduttore che il canone venga integrato con un aumento non superiore all’interesse legale sul capitale impiegato nelle opere e nei lavori effettuati, dedotte le indennità e i contributi di ogni natura che il locatore abbia percepito o che successivamente venga a percepire per le opere eseguite.

Per andare sul concreto, questa tabella (abbastanza recente, clicca qui per visualizzarla), illustra per le diverse possibili spese la corretta ripartizione.

Annunci

Azioni

Information

10 responses

3 02 2010
Nadia

I miei genitori hanno appartamento in affitto ed il condomino ha effettuato la pulizia della caldaia, il tecnico ha sostituita alla caldaia la menbrana, e gli ha riferito che la sostituzione del pezzo di ricambio è a carico del proprietario in quanto la caldaia è vecchia 14 anni e che il condomino essendo nell’appartamento da soli 3 anni non gli compete vista la poca sua usura.E’ giusto ? Io penso che come usura la deve pagare il condomino e non c’entra gli anni . Ma vorrei una risposta sicura grazie anche perché forse c’è la necessità di cambiare un altro pezzo. Noi proprietari comunque abbiamo sempre cercato di andare incontro all’inquilino, siamo una gestione famigliare.

Attendo Vs. riscontro distinti saluti. Nadia

19 02 2010
TINA

Buogiorno,
sono un giovane amministratore, e vorrei un consiglio da voi.
l’ inquilino di un condominio abita in questa casa da 10 anni e si lamenta con me e anche con il proprietario per gli infissi, dice che alcuni sono rotti e altri sono da aggiustare, il proprietario fa finta di non sentire, oppure promette e poi non mantiene (probabilmente gli infissi sin dall’inizio non erano in perfetto stato). io mi ritrovo ogni mese ad essere assillata dall’inquilino dalle critiche negative e a volte gratuite e inutili.
cosa posso fare?

5 03 2010
tiziana vagnetti

Mia figlia che frequenta l’università, ha in affitto da ottobre 2009 una camera e la terrà fino a settembre2010. Dopo 20 giorni circa , a novembre si è rotta la serranda della camera, l’abbiamo fatta aggiustare e, il tecnico ha detto che la serranda era talmente usurata che andava sostituita compreso il rullo di legno, che presenta diverse spaccature e il ferro è tutto pieno di ruggine. la serranda anche se aggiustata non scende fino a terra perchè mancando molte stecche non ha più la lunghezza della finestra.
La serranda si è rotta nuovamente e si è rotta anche quella di un’altra camera che sta nelle stesse condizioni. IL proprietario sostiene che le spese di sostituzione sono a carico delle 2 ragazze io sostengo che essendo delle parti strutturali sono a carico del proprietario, anche perchè l’usura delle parti da sostituire è da imputare ad anni di uso e non certo a 1 mese. che cosa mi dite? grazie

26 05 2010
maurizio

buongiorno
vorrei chiedere per il discorso di finestre
ho le finestre dellappartamento di cui sono in affitto
che non si chiudono piu e quelle che si chiudono entra aria
ho chiesto al propietario se poteva sostituirlr
mi sono sentito rispondere che a lui non compete e se voglio lo devo fare io
a chi aspetta la sostituzione
grazie

29 01 2011
valentina

Il mio ragazzo a un “contratto” a cessione di fabbricato per 18 mesi, la proprietaria della casa dice che è lui che deve pagare il canore rai. vorrei sapere a chi aspetta.La casa è completamente arredata e comprende anche la tv

29 08 2016
karin

certo che il canone deve pagarlo lui, la tv la guarda lui. anche io contratto di 18 mesi e ho pagato il canone

29 03 2012
Marta - Bologna

Buon giorno,

ho affittato con canon 4+ 4 l’appartamento di mia residenza. Nel contratto si fa espresso riferimento alle spese ordinarie a carico dell’inquilino come anche si trova nel C.C. La fattura per lo spurgo del pozzo nero va fatta direttamente agli inquilini? Giusto?

Per favore fatemi sapere qualcosa aò pù preso

Marta – Bologna

12 06 2012
pavlin dobrev

Buongiorno a tuti sono un ragazzo straniero ,6 mesi fa ho preso un apartamento in affito.Il propietario abitata in un altro palazo di fronte a me.Apartamento che ho preso in afito e dopio -fatto per due familii con due ingresi diversi,abitqmo in quatro con la mia familia con pagamento del afitto sono regolare non tardo ne anche un giorno,la mia famiglia e molto kalma pero il propietarii di casa non smeteno di rompere le scatoli .ogni volta quando da me vieni a visitarmi qualci amico il propietarii si metono alzare voce e non smetono con le loro ofesi ,Secondo loro tuti cuelli che vengono da me abittanno con me.mi constringono di darli altri 50 euro in nero fori dal contratto(4+4) dicono che mi mandano fuori.prima li avevo chiesto permesso di metere una familia abitare provisorio con me-cosi chi aiutavamo con afito e le bollete ,l’apartamento e fatto per due famiglii a due piani con due bagni con due ingresi diversi,e la colpa mia che mi anno dato in afito tuto.adeso ogni volta cuando ushiamo avanti casa loro sembra che aspetano soltanto cuesto,inizianno subito o con me o con la mia mogle li dicono paza bastarda e ec. no loso comme devo fare .per favore dite mi qualcosa comme mi devo comportare perche none posso piu.GRAZIE

15 06 2013
Http://Pyrotexnhmata.Punt.Nl

Thank you for any other fantastic article. Where else could anyone get that type
of info in such an ideal way of writing? I have a presentation subsequent week, and I am on the search
for such info.

18 10 2014
Canon

Salve,
ma se l’inquilino si rifiuta di fare la manutenzione del pozzo nero e prende tempo in attesa di andarsene posso rifarmi sulla caparra?
Grazie
Sara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: