“Discarica abusiva” in via Piemonte, comunicato stampa del locale Comitato

27 04 2010
Il 21 aprile u.s il comitato dei cittadini di via Piemonte ha portato all’attenzione delle commissioni Ambiente e Qualità Urbana del Comune di Firenze la vicenda delle 80 mila tonnellate di rifiuti che hanno ridotto un’area di pregio in una discarica a cielo aperto.

Con innumerevoli foto e filmati hanno documentato ciò che da inizio 2009 è stato scaricato sotto gli occhi di oltre 400 famiglie. Cumuli e cumuli di fanghi, blocchi di cemento, materiali da demolizioni edili frammisti alle terre di scavo del Mugnone, subito spianati e sotterrati in tutta l’area, in quantità tali da trasformare in una discarica anche un’area dieci, venti volte quella di via Piemonte, come confermano sentenze e indirizzi della Cassazione penale.

Al termine, il Comitato aveva apprezzato la proposta approvata dalla Commissione Ambiente perché l’amministrazione comunale sospendesse ogni atto di sistemazione finale, senza prima aver chiarito gli aspetti sollevati nel corso dell’audizione dei cittadini. Una misura opportuna, che rompeva finalmente il silenzio su una montagna di materiali proibiti che hanno alzato di oltre tre metri e mezzo il livello originario di tutta l’area, e di fronte alle gravi responsabilità che una discarica abusiva comporta, anche sul piano penale, stante l’inchiesta in corso da parte dell’autorità giudiziaria cui i cittadini guardano con piena fiducia.

Ma di lì a poche ore l’amara sorpresa che ha lasciato esterrefatti tutti i cittadini della zona: una settimana prima,il 13 aprile, la Giunta Comunale aveva già deciso tutto, dando il via ai lavori di completamento con una delibera presa “a sanatoria”, senza darne nessuna comunicazione. Un colpo di spugna, come si dice.

Ieri la proposta di sospensiva avanzata dalla Commissione Ambiente era stata iscritta all’odg del Consiglio Comunale, ma non è stata trattata, causa la mancanza del numero legale per l’uscita a quel punto di numerosi consiglieri.

Si può immaginare le reazioni delle famiglie di via Piemonte, via Molise, via Puglia, via Sicilia e via Sardegna che si aspettavano invece una risposta concreta.

Sia chiaro, i cittadini non potrebbero mai lasciare che sacrosanti diritti e aspettative legittime come il parco pubblico previsto dal PRG finiscano in un discarica. Una delibera di sanatoria non può mai sanare una discarica abusiva, come dimostrano a sufficienza inconfutabili immagini. Ma in quella “sanatoria” non si fa cenno a cosa c’è dentro quel megaterrapieno. Si tace perfino sul fatto che nessun progetto per la costruzione di un piazzale/deposito ferroviario è stato mai preventivamente approvato dalla amministrazione comunale prima dell’inizio degli scarichi di materiali, che nessuna variante agli strumenti urbanistici è stata adottata, che il responso dell’ARPAT sui livelli di contaminazione delle terre scaricate in via Piemonte ne attesta l’assoluta incompatibilità con l’area destinata a verde, che la stessa ARPAT ha dichiarato che nessuna valutazione di compatibilità è stata mai prodotta a tutela delle matrici ambientali.

Le leggi sono chiare, anche le terre di scavo non utilizzate nel rispetto di queste tassative prescrizioni “sono sottoposte alle disposizioni in materia di rifiuti”.

A cose fatte, non riconoscono alcuna possibilità di decidere opere e interventi di sorta. Sopra una discarica di rifiuti non si può costruire o progettare alcunchè. L’unica “sanatoria” possibile è lo sgombero e la bonifica.

COMITATO DI VIA PIEMONTE – Firenze
Comunicato stampa

Per chi fosse interessato ad un “riepilogo” di tutta la vicenda … cliccare qui.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: