Il muro della “vergogna” …

14 06 2010

Non è  finita.

Ora il Comune di Firenze vuole alzare un muro sopra la discarica di rifiuti di via Piemonte utilizzando decine e decine di enormi barriere in cemento dismesse (rifiuti contaminati) e accatastate sotto il Ponte all’Indiano.

Per camuffare questa spettacolare “striscia di Gaza” in riva d’Arno saranno coperte con una lussureggiante edera finta…, di plastica. Ma sono pronti anche due o tre alberini, questi veri, da mettere sul davanti, lungo la carreggiata. Un progetto sbocciato da una originale collaborazione tra Comune e produttori di rifiuti, purché la discarica resti com’è, non un secchiello in meno.

Se le falde acquifere sono a rischio, ci penserà la provvidenza, chi può fare di più?

Dove manca ogni progetto è il deposito ferroviario, il primo in Italia a nascere sopra una discarica a cielo aperto, alta quasi quattro metri, di terre inquinate del Mugnone, tonnellate di materiali proibiti, fanghi, blocchi di calcestruzzo, rifiuti speciali da demolizioni edili e stradali, che dovevano finire in discariche controllate e invece hanno tombato anche cinque mila mq. vincolati a verde pubblico, senza autorizzazioni, né permessi, né varianti urbanistiche. Mettendo sotto i piedi leggi ambientali e direttive europee, comprese quelle che proibiscono di costruirli accanto ai caseggiati, causa le ben note vicende.

Di più, visto che trenta mila tonnellate di “roba” scaricate in eccesso nell’area a verde non sono più utilizzabili per il deposito ferroviario, si lasciano lì anche quelle, ignorando le leggi che ne impongono lo sgombero. Un colossale monumento al degrado, approdato alle Piagge, sulla via d’accesso alle Cascine, azzerando anche il parco fluviale.

Innumerevoli immagini e filmati dei cittadini l’hanno consegnato alla storia dell’abusivismo, ma il Comune vuole completarlo alla svelta, senza neppure l’ombra di un cartello.

In tempo… per le grandi celebrazioni in onore di Amerigo Vespucci che a Peretola ebbe i natali. Andrà ad arricchire la rassegna “cose dell’altro mondo” dedicata all’illustre concittadino.

Questa è la Firenze del futuro…

Con buona pace dell’ambiente, di chi ci vive e lavora, ma ancora non si rassegna e confida nei controlli e nell’azione delle autorità competenti.

[Comunicato Stampa,  Il Comitato dei cittadini di via Piemonte, Firenze, 11 giugno 2010]

Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: