Riforma del Condominio: cosa cambia per l’Assemblea condominiale

3 03 2011

La riforma del Condominio (ne avevamo già parlato qui) ancora non è realtà, ma prosegue l’iter parlamentare per la sua approvazione (già approvata dal Senato lo scorso mese di gennaio, in attesa di essere discussa alla Camera dei Deputati).

Relativamente all’Assemblea condominiale, se non ci saranno ulteriori modifiche (e sarà confermato il testo del disegno di legge ad oggi in esame), il nuovo art. 1136 (Codice Civile) non prevede un  riferimento al numero minimo di condomini presenti (anche alla presenza di un solo condomino, qualora la convocazione dei restanti fosse regolare, l’assemblea dovrebbe dirsi regolarmente costituita). La decisione dell’Assemblea sarebbe da considerarsi valida se adottata con il voto favorevole di tanti condomini in rappresentanza di almeno 333 millesimi.  In un Assemblea dove prendono parte due soli partecipanti, un rendiconto potrebbe essere approvato con il voto favorevole dei presenti se le loro quote millesimali rappresentassero più di 333 millesimi.

[Fonte: IlCondominioWeb]


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: