Nasce la Società a Responsabilità Limitata Semplificata (SRLS)

20 04 2012

La nuova forma societaria introdotta dal decreto liberalizzazione, il D.L. n. 1/2012 che è stato convertito, con alcune modificazioni, dalla Legge 24 marzo 2012, n.27 si chiama SRLS ossia Società a Responsabilità Limitata Semplificata. E’ stata introdotta per favorire lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile, posto che per la sua costituzione basta 1 euro simbolico e i soci non devono aver superato i 35 anni di età.

La norma prevede che tale società, può essere costituita con contratto o atto unilaterale, solo da persone fisiche che non abbiano compiuto i 35 anni di età alla data di costituzione. Sono esclusi dalla nuova compagine sociale tutti i soggetti diversi dalle persone fisiche.

La semplificazione deriva da una serie di vantaggi conseguenti alla nuova forma societaria che permettono un notevole risparmio di spesa per la costituzione della SRLS. Si pensi al capitale sociale da versare che deve avere un importo variabile tra 1 e 9.999,99 euro (la norma dice letteralmente che l’ammontare del capitale sociale deve essere inferiore a 10mila euro), agevolando nuove forme di imprenditorialità specie tra i giovani così come sono considerati dal punto di vista fiscale (coloro che non hanno compiuto i 35 anni di età), ma anche perché l’atto costitutivo e l’iscrizione nel registro delle imprese sono esenti da diritti di bollo e di segreteria e non sono dovuti onorari notarili.

Riassumendo questi sono i vantaggi:

  • capitale sociale compreso tra 1 e 9.999,99 euro;
  • atto costitutivo e iscrizione registro imprese esenti da diritti di bollo e di segreteria;
  • non dovuti onorari notarili.

Le stime ufficiali parlano di un risparmio complessivo che si aggira sui 14mila euro, tra diminuzione del capitale rispetto ai 10mila euro previsti per la srl ordinaria, gli onorari del notaio e i diritti di bollo e segreteria. Non si prevedono però altre forme di agevolazione fiscale oltre a quella iniziale per la costituzione della società, quindi andrà verificato nel corso del tempo se la nuova forma societaria, potrà portare reali benefici per l’imprenditoria giovanile.

[Riccardo Geppetti, Tributarista]

P.S. [Ndr] Se avete domande, commentate questo post e l’esperto vi risponderà.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: