Chi paga i solleciti inviati ai condòmini inadempienti?

17 12 2013

Le spese (tipicamente quelle postali) per inviare solleciti di pagamento ai condòmini morosi sono, di fatto, spese di Amministrazione sostenute nell’interesse di tutto in Condominio (e, quindi, di tutti i Condòmini). I condòmini che hanno reso necessari tali solleciti è evidente che possono essere ritenuti responsabili di tali spese, pur tuttavia non possono essere loro addebitate per iniziativa dell’Amministratore o sulla base di una Delibera Assembleare (Corte di Cassazione, sentenza 24.696/2008).

In mancanza di accordo con i condòmini interessati, solo in virtù di una sentenza si può addebitare tale spesa a chi, di fatto, si è reso responsabile dell’esborso (oppure nel caso in cui la regola fosse stata già indicata nel Regolamento Condominiale Contrattuale, oppure se la Delibera fosse stata votata ed approvata all’unanimità).

Ad onor del vero occorre anche precisare che non ha senso inviare innumerevoli solleciti di pagamento a condòmini morosi. E’ infatti possibile, senza indugio, ricorrere alla procedura monitoria nei confronti dei morosi ottenendo un decreto ingiuntivo (provvisoriamente) esecutivo, con liquidazione contestuale delle spese legali a carico degli inadempienti. I solleciti inutili non possono essere in nessun caso addebitati ai condòmini morosi.

[Fonte: IlSole24Ore, L’Esperto Risponde, 05/12/2013]


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: