Area ex-Gover: una discarica e una baraccopoli. Anche questa è Firenze …

19 12 2013

Tutto tace.

Cade la pioggia e tutto tace“, canta Giuliano Sangiorgi dei Negramaro. La pioggia è caduta, poi è venuto il sole, poi ancora la pioggia, quindi la neve, infine di nuovo il sole. Passano i giorni, passano le settimane, passano i mesi e gli anni. L’Area ex-Gover però è una certezza; non cambia. Mai. Discarica e baraccopoli era (6 anni fa), discarica e baraccopoli è (adesso).

Era il 2010 quando scrivemmo, delusi, circa le promesse non mantenute dell’Amministrazione cittadina (leggi qui). Era passato un anno e quattro mesi (quindi quasi 1 anno e mezzo) dalle elezioni ma niente era cambiato. Niente era cambiato allora, niente è cambiato tre anni dopo. “Tira sempre un vento che non cambia niente“,  per dirla con le parole di Luciano Ligabue.

Ecco come versa oggi l’Area ex-Gover: clicca qui per accedere alla galleria fotografica de LaNazione, edizione Firenze. Sono alcune foto pubblicate il 14 dicembre scorso che accompagnano un articolo a firma di M. Serena Quercioli (per leggerlo clicca qui).

Circa 18 mesi fa il Sindaco, durante un sopralluogo, volle tranquillizzare i cittadini residenti confermando l’impegno dell’Amministrazione cittadina ad intervenire. “… Ora però l’intenzione di Palazzo Vecchio è risolvere il problema. Ai proprietari sarà chiesto un nuovo progetto o in alternativa gli si ordinerà di ripulire l’area. …” dichiarava Matteo Renzi (leggi l’articolo per intero). Parole che però, ad oggi, sono rimaste solo sulla carta. L’Aera ex-Gover questa era (vedi le foto) e questa è rimasta; anzi, il passare del tempo SENZA NESSUN INTERVENTO l’ha peggiorata (vedi le foto).

Sindaco, se ci sei … batti un colpo!

Terremo aggiornati i nostri lettori, torneremo sull’argomento appena ci sono novità.

[Fonti: gli articoli di stampa menzionati sono stati presi da Repubblica.it e LaNazione.it]




Area ex-Gover: qualcosa si muove

17 04 2012

E’ da tanto tempo che, sul Blog, ci occupiamo della questione relativa all’area ex-Gover, da tempo in dismissione (anzi, sarebbe più corretto dire, abbandonata). Una situazione che, settimana dopo settimana, si fa sempre più difficile ed ingestibile.

Stamani mattina l’Amministrazione Comunale ha fatto un sopralluogo nella zona, per rendersi conto vis-a-vis delle condizioni esistenti. “Incontreremo la proprietà, le chiederemo di dirci cosa ha intenzione di fare su quest’area perché così non può andare avanti, bisogna metterla apposto“, è stata la promessa del Sindaco.

A nome del locale Comitato (“Gli Amici di via del Pesciolino”) ringraziamo l’Amministrazione Comunale ed il Sindaco per il sopralluogo effettuato e per gli impegni presi. Ci auguriamo anche, in tempi brevi (compatibilmente con la complessità delle procedure da mettere in atto), di poter vedere dei concreti risultati. Terremo aggiornati i nostri lettori, torneremo sull’argomento appena ci sono novità.

P.S. Questo è un articolo apparso sull’edizione online di Firenze di Repubblica, queste invece alcune foto scattate durante la mattinata.

P.S. (bis) Questo, invece, è un articolo pubblicato da Nove da Firenze.





Pipistrelli in città: una Bat-Night a Firenze

13 06 2011

I pipistrelli saranno i protagonisti dell’evento organizzato dal Museo di Storia Naturale e dal Comune di Firenze, in programma venerdì 17 giugno 2011 a partire dalle ore 21,00 a Firenze presso la Limonaia di Villa Strozzi in via Pisana 77 (si trova qui).

Dopo gli incontri con le scuole in Palazzo Vecchio è ora la volta di un evento pubblico in cui si parlerà di queste misteriose creature e della loro vita in ambiente urbano. Attraverso immagini e filmati scopriremo il loro oscuro mondo e poi grazie a particolari strumenti che rilevano gli ultrasuoni (i bat-detector) potremo udire la loro voce nel Parco di Villa Strozzi. Con un po’ di fortuna riusciremo anche a osservarli in volo.

L’iniziativa si unisce a quelle promosse in tutta Europa dalle Nazioni Unite in occasione dell’Anno Internazionale del Pipistrello (UNEP: United Nations Environmental Program, CMS: Convention on Migratory Species e EUROBATS: The Agreement on the Conservation of Population of Europeans Bats) al motto di “insieme per i pipistrelli”, con iniziative globali e campagne di sensibilizzazione su questi eccezionali (e per alcuni anche carini..) mammiferi volanti. In Italia sono presenti ben 36 specie di pipistrelli. Nei nostri territori questi animali hanno purtroppo vita sempre più dura, causa il rarefarsi dei loro rifugi e l’utilizzo intensivo di prodotti chimici (insetticidi e pesticidi) che uccidono indistintamente tutti gli insetti (inclusi api, farfalle, lucciole..) oltre ad avvelenare i relativi predatori (pipistrelli, ma anche rondini, balestrucci, rondoni, rane e rospi…), senza contare il grave impatto anche sulla salute dell’uomo.

Per diffondere le corrette conoscenze sui pipistrelli e sulle tecniche ecosostenibili di lotta alle zanzare nasce nel 2006 il progetto “BAT BOX – Un pipistrello per amico”, messo a punto dagli zoologi del Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze con la collaborazione di Coop con l’intento di diffondere le bat box per la conservazione dei pipistrelli e di sensibilizzare la cittadinanza e le istituzioni pubbliche ai temi dell’ecosostenibilità. Le bat box, acquistabili in tutta Italia nei punti vendita Coop, sono specifici rifugi artificiali per pipistrelli che offrono nuove opportunità di “alloggio” a questi
efficientissimi predatori di insetti.

Il progetto, che vanta dal 2010 anche la partnership con la Walt Disney Italia, ha suscitato l’interesse della Direzione Ambiente del Comune di Firenze che ha deciso di diventare parte attiva del progetto installando 100 bat box sul territorio comunale per incentivare la biodiversità urbana, per proteggere queste preziose creature e per combattere le zanzare in modo ecosostenibile.

Il programma della serata puoi visualizzarlo qui.

[Per informazioni: batbox@unifi.it e www.msn.unifi.it]





Un desiderio chiamato sicurezza …

29 03 2011

Sicurezza, sicurezza, sicurezza … tanto anelata, tanto desiderata quanto (sembra) irrangiungibile! Tante volte, in passato, ne abbiamo parlato (qui, ad esempio).

Purtroppo, anche recentemente, sono tornati in azione i “topi d’appartamento” che hanno colpito anche nel nostro condòminio. Sarà un caso, ma da quando gli edifici abbandonati dell’ex Area-Gover sono tornati ad essere abusivamente occupati da persone senza fissa dimora sono ripresi anche questi piccoli atti di (insostenibile) criminalità quotidiana.

E’ in questo contesto, proprio perché il fenomeno continua ad assumere i connotati di un vero e proprio problema di “quartiere” e non si intravedono soluzioni concrete a breve, che è stato organizzato un incontro pubblico, lo scorso Venerdì 25 marzo 2011, tra i residenti della zona (raccolti all’interno del Comitato Insieme per Quaracchi) ed alcuni rappresentanti del SILP GCIL della Polizia di Stato.

In questo ritaglio di giornale (Il Nuovo Corriere di Firenze, domenica 27 marzo 2011, pagina 1 e pagina 4) un breve resoconto dell’incontro.





Le bugie hanno le gambe corte … o il naso lungo ??

12 10 2010

Il titolo è  volutamente provocatorio; dispiace che, sempre più spesso, per poter dialogare si debbano “alzare i toni” della conversazione. E’ una sconfitta, a prescindere, per tutti: cittadini ed Amministrazione. Ma questa è la situazione attuale e non ci si può fare niente …

Corre l’anno 2009, i mesi sono quelli di Aprile, Maggio e Giugno. A Firenze “scoppia” la primavera e ci si incammina verso l’estate, verso la bella stagione, verso i migliori mesi dell’anno … quelli del bel tempo, delle serate sempre fuori, delle vacanze. Ma prima c’è un appuntamento importante, importantissimo: l’elezione del Sindaco di Firenze (e tutti sappiamo com’è già come si è concluso quel periodo) e, conseguentemente, del Consiglio Comunale e della Giunta.

Tempo di elezioni, tempo di promesse. Elezioni terminate … promesse dimenticate?

Nella nostra zona, oggettivamente, qualcosa è cambiato: in meglio, s’intende. Ma rimane ancora molto da fare. Soprattutto per quanto riguarda l’ordinaria amministrazione del “territorio”, un bene pubblico di primaria importanza.

Ringraziamo  il dr. Andrea Pugliese, Consigliere comunale, per aver ben interpretato il nostro senso di disagio e per aver dato contenuti (e visibilità) a problemi e proposte di miglioramento che sono rimaste, nei fatti, inascoltate da oltre 1 anno. Ha presentato, in Consiglio Comunale, una interrogazione chiedendo l’intervento dell’Amministrazione cittadina su temi attinenti, come scritto sopra, con problematiche legate al territorio (e non solo). Un breve estratto di tale interrogazione si può leggere anche qui (fonte: ilReporter.it).

Ma veniamo ai “fatti” contestati.

Come cittadini, come residenti nella zona, siamo “dispiaciuti”  (ma è evidentemente solo un eufemismo) nel vedere che la pista pedo-ciclabile lungo la goricina inaugurata in “pompa magna”, presente l’Assessore Massimo Mattei assieme all’allora Assessore Cristina Scaletti (oggi in Regione) ed al Presidente del Q5 Federico Gianassi, da neppure 1 anno (vedi qui) versi in condizioni di quasi totale abbandono: erba alta ai lati (cannicci di oltre 2 metri), buche nel percorso (un tratto, non breve, è regolarmente percorso da auto e camion), margini laterali in legno che si stanno rompendo, illuminazione pubblica “fotovoltaica” quasi mai funzionante. Per non parlare di discariche a cielo aperto che, in assenza di controlli, nascono come funghi. Soldi pubblici (tanti!) per realizzarla, un anno (neppure) di esercizio … ed è praticamente inutilizzabile. Eppure mette in comunicazione il Ponte all’Indiano con la stazione ferroviaria delle Piagge. Perché inaugurarla e poi dimenticarsene? Per non parlare di discariche abusive a cielo aperto che, in assenza di controlli, nascono come funghi

Altro tema scottante. Casa SpA: cantiere per la realizzazione di 52 alloggi di edilizia popolare fermo da oltre 2 anni, cioè 24 mesi, 104 settimane, 730 giorni e più. Con il problema di alloggi che oggi anche a Firenze esiste! Come riportato sul sito di Casa SpA, il cantiere è in fase di “riappalto“. Dev’essere complicato ri-appaltare dei lavori se sono passati 2 anni! E nella situazione di abbandono in cui versa (anche, nel tempo, la recinzione è stata rinforzata) diventa rifugio per persone senza fissa dimora e “magazzino” per ricettatori e piccoli ladri. Notizie da Casa Spa? Non pervenute. Questo ostinato silenzio, dovrà durare all’infinito? Ma non basta tutto questo: nelle immediate vicinanze della struttura (meglio, dello “scheletro”), nel piazzale laterale e tergale, sono adesso presenti circa 500 metri cubi (ma potrebbero essere molti di più) di terra inquinata, proveniente principalmente, sembra, dall’intervento di riqualificazione di viale Nenni, in zona Stadio, per la realizzazione dei “campini” di ACF Fiorentina SpA. Terra inquinata, come dimostra la documentazione cartacea e fotografica che abbiamo potuto visionare e, soprattutto, i verbali di ARPAT, che adesso i competenti Uffici Comunali dovranno provvedere a rimuovere.  Ma chi doveva controllare, dov’era? “Ed io pago” … cioè, i cittadini pagano.

Ma non è finita qui. Area industriale dismessa ex-Gover (quello che rimane). Dopo aver bonificato la zona dall’amianto, ed aver nuovamente recintato la zona, niente è stato più fatto. Adesso tutta l’area appare in stato di totale abbandono; la recinzione cede, ci sono varchi che si sono aperti. Un richiamo a cui i bambini che giocano nel  giardino accanto (c’è anche un asilo, 5 metri più in la) non sanno resistere: con tutti i rischi che questo comporta, gravi rischi e pericoli anche per l’incolumità dei bambini stessi. C’è anche un grande bacino di acqua stagnante, facilmente visibile anche tramite Google Maps (vedi qui, è quel “buco” nero contornato da fitta vegetazione e da alberi):  oltre a rappresentare un pericolo, per bambini ed adulti che decidessero di avventurarsi nei meandri dell’area abbandonata, è fonte di vita per milioni e milioni di zanzare che infestano le immediate vicinanze.  Quanti appelli e quanti sopralluoghi sono stati fatti … tutti però con lo stesso risultato. Niente. Almeno in questo le diverse Funzioni dell’Amministrazione cittadina sono coerenti.

I cittadini della zona, ed il locale Comitato (“Gli amici di via del Pesciolino”), sarebbero felici di una risposta dell’Amministrazione cittadina. Una risposta “di fatti”, non solo “di parole”. Risposta che ci auguriamo possa arrivare in tempi brevi.

Se ci saranno sviluppi, e ce lo auguriamo di cuore, saranno oggetto di aggiornamento del Blog.





Limitazioni alla vendita degli appartamenti: aggiornamenti e novità

23 12 2009

E’ passato quasi 1 anno da quando  si è costituito ed ha cominciato a lavorare il Comitato “Gli Amici di via del Pesciolino“. Sembra ieri ed invece … come passa il tempo!

In questi (circa) 12 mesi il Comitato si è principalmente concentrato su un tema caro a tutti quanti: le limitazioni alla libera vendita degli appartamenti (dei “nostri” appartamenti … doverosa precisazione) che sono contenute nella Convenzione, riportata nell’atto di assegnazione, tra il costruttore (Unica scrl) ed il Comune di Firenze.

[…] La prima, ufficiale, iniziativa del neonato Comitato si rivolge alla Convenzione che regola alcuni aspetti della possibile vendita dei “nostri” appartamenti di via del Pesciolino. […] Come altre aree fiorentine, anche la nostra presenta vincoli e limitazioni per la cessione dell’immobile. A grandi linee, l’acquirente non deve possedere altre proprietà nel Comune di Firenze; la vendita, o seconda cessione, deve avvenire dopo almeno 5 anni dalla prima cessione e, soprattutto, si deve rispettare un prezzo di vendita definito come prezzo massimo di cessione. […]

Il problema, com’era già stato indicato, sta nel vincolo, normato dalla suddetta Convenzione, inerente il “prezzo di vendita“, o cessione.

[…] Il prezzo di vendita dell’alloggio non potrà essere superiore all’importo che si configurerà come il maggiore fra il prezzo di prima cessione rivalutato e il valore derivante dalla rendita catastale rivalutata. […]

Nella scorsa primavera, prima delle elezioni di Giugno 2009, con esponenti della “vecchia” Giunta comunale, nella fattispecie con l’allora Assessore al Bilancio [Tea Albini], furono allacciati dei rapporti e ci furono degli incontri volti a rappresentare le nostre esigenze e, parallelamente, a capire la disponibilità tecnico/amministrativaa, nonchè la volontà politica, a superare questo problema. Ne parlammo qui, sul Blog.

Da allora ad oggi sono stati fatti passi in avanti; dopo un iniziale “rallentamento”, fisiologicamente dovuto all’insediamento della nuova Giunta comunale, i rapporti sono stati riallacciati, gli incontri si sono susseguiti e, con la politica dei “piccoli passi”, si sta proseguendo nella strada maestra intrapresa diversi mesi fa. Il percorso è, probabilmente, ancora lungo ma, al momento, si può guardare con ottimismo al futuro. Magari (ed è la speranza di tutti) ad un prossimo e vicino futuro …

Un doveroso, sincero e sentito  ringraziamento va al dott. Andrea Pugliese, Consigliere comunale nonchè nostro Amministratore di Condominio, il nostro trait d’union ed il nostro mentore nella “battaglia” intrapresa.

Appena ci saranno novità, ulteriori notizie ed aggiornamenti … il Blog sarà pronto ad accoglierli. Restiamo in contatto!

asdfasdfa





“Un bacione a Firenze”; una giornata dedicata alla pulizia collettiva della città

11 09 2009

Sono oltre cento le associazioni che hanno già aderito a “Un bacione a Firenze”, la giornata dedicata alla pulizia collettiva della città, che si terrà sabato 12 settembre 2009 dalle 10:00 alle 12:00. Associazioni che opereranno insieme a singoli cittadini e commercianti, per adesso, in 105 luoghi cittadini. Ma potrebbero essere anche di più. La partecipazione sembra, infatti, destinata ad aumentare viste le numerose telefonate di adesione che continuano ad arrivare in questi giorni allo 055-055 e le tante e-mail che i fiorentini inviano all’indirizzo manda@unbacioneafirenze.net (fonte: Ufficio Stampa, Comune di Firenze).

Uno dei 105 luoghi cittadini scelti è il giardino di via del Pesciolino. Questo è la comunicazione che il Presidente del Q5 ci ha inviato:

Cari Amici,
il Comune di Firenze ha organizzato per la giornata di domani una iniziativa di pulizia della città dal titolo “un bacione a Firenze”. La speranza è che vi partecipino amministratori e cittadini, insieme. Il tutto per sensibilizzare e sensibilizzarci.
Il Quartiere 5 ha aderito indicando alcuni luoghi nei quali intende trovarsi con i consiglieri per fare pulizia. Tra tali luoghi abbiamo scelto il giardino di Via del Pesciolino.
L’iniziativa si svolge dalle ore 9 alle ore 13, in particolare dalle ore 10 alle 12.  Se vorrete partecipare per noi sarà motivo di grande piacere. In via del Pesciolino sarà presente stabilmente la consigliera Glopria Innocenti. Nella speranza di incontrarVi domani vi invio un caro saluto.
Il Presidente Q5, Federico Gianassi

L’appuntamento, per tutti, è per sabato 12 settembre 2009. Interveniamo numerosi!