“Il mistero del fumo irritante”: la Procura apre un fascicolo

30 03 2009

Sono passati 18 mesi, esattamente 535 giorni, dal quel 12 ottobre 2007 quando, per il tramite della locale Stazione dei Carabinieri di Peretola, 173 cittadini presentarono un esposto alla Procura della Repubblica di Firenze. Il testo dell’esposto è questo, lo si può leggere qui (in formato PDF). Su questo Blog, dell’esposto, se n’è parlato tante e tante volte (ad esempio, qui) cercando di evidenziare le ragioni, o presunte tali, che i cittadini portavano all’attenzione dell’Amministazione cittadina prima e della Procura dopo (leggi, ad esempio, qui).

Adesso, lo si apprende da una news pubblicata oggi su Il Corriere Fiorentino (edizione locale de Il Corriere), ” … La procura di Firenze ha disposto accertamenti su quanto segnalato da alcuni abitanti di via del Pesciolino riguardo il fumo denso e maleodorante che in alcune ore della giornata si diffonde nella zona, alle Piagge. Il reato ipotizzato potrebbe essere «getto pericoloso di cose». Sui misteriosi fumi i cittadini della zona hanno promosso una petizione popolare e hanno presentato, nell’ottobre scorso [ndr, Ottobre 2007], un esposto. …”. Questo il link all’articolo sul sito web. Ne parla anche Toscana TV, riprendendo la medesima notizia.

Ci auguriamo che, dopo tanto tempo, qualcuno possa fornirci delle risposte concrete ai problemi evidenziati. Siamo alla ricerca della verità, vogliamo davvero capire se i fumi che si respirano nella zona, oltre ad essere maleodoranti (e questo, oggettivamente, sarebbe il meno), sono dannosi per la salute o comunque possono rappresentare un pericolo per chi, venendone a contatto, li respira giorno-dopo-giorno. Anche il recente rapporto di Arpat evidenzia il disagio degli abitanti della zona e sottolinea l’importanza di fare chiarezza su questo argomento, anche alla luce dei numerosi insediamenti residenziali che stanno nascendo e che, nel futuro, è previsto che verranno realizzati in questa disagiata zona della periferia fiorentina.

Ci auguriamo infine che qualcuno ci fornisca le risposte che, più volte, sulle pagine di questo Blog, abbiamo chiesto, fin’ora però senza risultati. Su questo Blog sono presenti, da tempo, articoli e filmati che testimoniano come, concretamente, i problemi continuavano e continuano ad esistere: ad esempio, qui si vede la situazione ad Ottobre 2008, ad 1 anno di distanza dall’esposto, e qui e qui invece quello che è accaduto più di recente, tra il mese di Febbraio e quello di Marzo del 2009.

Questa è la situazione al momento. Appena ci saranno aggiornamenti, torneremo senz’altro sull’argomento.

Aggiornamenti. Rassegna stampa: parlano di questa notizia La Nazione (qui e qui), Il Firenze, Il Corrierie Fiorentino, Leggo – Firenze, City – Firenze.





Il mistero del fumo irritante: cambierà anche qualcosa, ma per ora tutto è come prima …

11 03 2009

Ma la situazione non doveva migliorare? Camino nuovo, problemi vecchi?

A proposito, ecco un filmato di qualche giorno fa dove si nota chiaramente (e sfidiamo chiunque ad affermare il contrario) che ci sono fumi diffusi che, in questo caso, non provengono certo dal camino … come la mettiamo, adesso?

Nella verbale della Conferenza dei Servizi tenuta oltre 1 anno fa, il 19 febbraio 2008, si legge (nell’allegato 1, Prescrizioni Generali) che “… In caso di maleodoranze, esposti o si ravvisino problemi di carattere igienico-sanitario e/o altro, questo Ente [Provincia] si riserva la facoltà di rivedere in qualunque momento la presente autorizzazione [ndr, quella all’emissione in atmosfera delle sostanze provenienti dalla lavorazioni] …”. Le segnalazioni, e gli esposti, da allora e fino a tutt’oggi non sono mancate/i. Ma, evidentemente, quella era una “frase fatta”, come dire … una frase “educata e gentile”, molta “forma” e niente “sostanza”.

Nel medesimo verbale si legge inoltre  che “… Entro il termine del mese di ottobre 2008 sarà cura della ditta di fare pervenire a questa Direzione Ambiente e Gestione Rifiuti, al D. to Prov.le ARPAT di Firenze e alla ASF – Azienda Sanitaria Firenze – “P.O. Igiene Pubblica” e “Prevenzione Igiene e Sicurezza sui luoghi di lavoro” il progetto definitivo degli interventi realizzati per il contenimento delle emissioni di carattere diffuso, comprensivo degli interventi da effettuarsi sui serbatoi del bitume e della piantumazione della barriera arborea nell’area golenale previa acquisizione dei pareri previsti dalla norma vigente in materia …”. Il progetto è stato presentato? A giudicare dalle notizie apparse sulla stampa, si suppone di si. Ma noi, come cittadini, non siamo stati interessati nè informati in merito alle conclusioni. Neppure il Comitato “Gli amici di via del Pesciolino”, che da sempre segue la vicenda, non è stato ufficialmente nè coinvolto nè informato.

Qualcuno vorrà dirci come stanno le cose? Aspettiamo fiduciosi …





Il mistero del fumo irritante: ennesima puntata …

10 03 2009

Oggi, su Repubblica, edizione locale (Firenze), c’è un articolo che parla dei nostri problemi.

Giust’appunto … ieri notte, grande notte di lavori nell’impianto di conglomerati bituminosi dietro casa. Ecco un piccolo filmato girato alla mezzanotte del 9 marzo 2009. E pensare che “qualcuno”, lo si legge in un recente rapporto Arpat, ha dichiarato che l’impianto lavora di giorno …

E stamani mattina, un buongiorno all’essenza di asfalto …





“Il mistero del fumo irritante”: in Provincia si continua a parlarne …

6 11 2008

E’ notizia di oggi anche se la “domanda di attualità” è stata presentata ieri.

Provincia di Firenze. Sig.ra Gloria Campi (SD) sulle emissioni dell’impianto della CONGLOBIT. Presentata domanda d’attualità.

La Provincia di Firenze ha autorizzato le emissioni dell’impianto della ditta Conglobit sito in via dell’argingrosso 167 con atto dirigenziale 1736/2008. Secondo quanto dichiarato e verbalizzato dal Responsabile della suddetta Ditta in tempi diversi (si vedano i verbali redatti da ARPAT) e quanto indicato nella Conferenza dei Servizi circa orario di lavoro/utilizzo degli impianti ect. ed in particolare l’affermazione secondo cui nell’Impianto (Cantiere) non si lavora di notte ma solo con orario 7,30 -13,00 e 14,00-17,00; visto che l’autorizzazione non prevede emissioni diffuse, tutt’altro e visto che quanto scritto e prescritto nell’autorizzazione all’emissioni rilasciata, che è stata ritirata/revocata l’autorizzazione concessa allo stoccaggio e al trattamento dei rifiuti stradali (scarifiche in tale impianto) e quanto altro non coerente con quanto autorizzato; viste che sono riprese lavorazioni notturne, come da testimonianze raccolte (nonché da documenti video), come, ad esempio, nella notte tra Domenica 5 e Lunedì 6 Ottobre 2008 l’impianto era in funzione (al punto che, alle ore 01:30, erano visibili movimenti di mezzi nel cantiere segnalati dai lampeggianti collocati sopra i mezzi stessi) e visto ce durante tale lavorazioni sono riprese le emissioni massive di fumi maleodoranti e, soprattutto irritanti; visto che nella sopra citata autorizzazione all’emissioni è espressamente scritto che “…la violazione delle prescrizioni autorizzative di cui sopra e comunque l’esercizio dell’attività difforme da quanto stabilito nell’istruttoria tecnica agli atti del fascicolo, costituisce violazione del D. Lgs. n. 152/2006, sanzionata penalmente ai sensi degli artt. 279 del D. Lgs. suddetto e comporterà l’adozione dei provvedimenti di cui all’art. 278 del D. Lgs. n. 152/2006 …” e che la Regione Toscana ha provveduto con proprie leggi ad attribuire agli enti locali, le funzioni amministrative e di controllo per quanto concerne le autorizzazioni in materia di emissioni in atmosfera come ricordato nell’ atto dirigenziale 1736/2008;
La capogruppo di sinistra Democratica in Consiglio provinciale Gloria Campi ha presentato una domanda d’attualità per il Consiglio provinciale di lunedì 10 novembre dove chiede al Presidente della Provincia:
1) se quanto segnalato e documentato e compatibile con le autorizzazioni concesse e con la legislazione vigente;
2) se la Provincia di Firenze ha esercitato la funzione di controllo prevista dalla legislazione, quante volte, in quali orari e con quali esiti.

La sottoscritta consigliera
Gloria Campi
Gruppo Sinistra Democratica

05/11/2008 14:21 – Consiglio provinciale di Firenze – Gruppo Misto-Sinistra Democratica

Aspettiamo la risposta …





“Il mistero del fumo irritante”: un passo avanti, due indietro …

17 10 2008

Che il problema non fosse di facile soluzione, era noto ed ormai assodato. Che il problema fosse così ostico, si era capito.  Che le Autorità cittadine se ne “dimenticassero” così presto questo no, non era nè prevedibile nè immaginabile. Oppure, forse (magari!) ci sbagliamo?

Dopo ” … certe notti …” (leggi qui) e dopo ” … aveva ragione il Barba …” (leggi qui) siamo, nuovamente, al punto di partenza. Questo è un ulteriore video, l’ennesimo (per vederli tutti, vai al Canale di YouTube dedicato), che dimostra quanto distanti siamo rispetto alla soluzione del problema: è del giorno 10 ottobre 2008.

Alcuni cittadini, hanno quindi deciso di inviare una lettera aperta alle Autorità cittadine che, per completezza d’informazione, riportiamo, di seguito, intregralmente. Così come viene data ampia e diffusa informazione alle proteste dei cittadini, nello stesso modo sarà data ampia e diffusa informazione in merito alle eventuali risposte (magari!) che questo Blog riceverà, nell’ottica di rendere pienamente trasparente questo civile confronto Cittadini-Autorità.

Questa la lettera:

Leggi il seguito di questo post »





“Il mistero del fumo irritante”: certe notti …

10 07 2008

Non si può restare soli, certe notti qui, che se ti accontenti godi, così così.
Certe notti son notti o le regaliamo a voi, tanto Mario riapre, prima o poi.

[“Certe notti”, 1997, Luciano Ligabue]

Il signor Gianni Barba (o Barba Gianni?) aveva davvero ragione … lo dicevamo anche qui. Ed i fatti lo confermamo, anche adesso, anzi … anche stanotte. Ecco l’ultimo video notturno, pochi minuti passata la mezzanotte.

“Certe notti” ti prende proprio la gola, si irrita. “Certe notti” ti prende un bruciore agli occhi. “Certe notti” ti prende davvero un odore insopportabile (e, speri, che sia solo cattivo odore e non peggio). “Certe notti” ti svegli e ti chiedi quante notti ancora …

Certe notti sei solo più allegro, più ingordo, più ingenuo e coglione che puoi
quelle notti son proprio quel vizio che non voglio smettere, smettere, mai.

[“Certe notti”, 1997, Luciano Ligabue]

Ma noi non molliamo, no: mollare, mai! Il “vizio” è la virtù dei forti (e di quelli determinati).





“Il mistero del fumo irritante”: aveva ragione il BarbaGianni!

21 06 2008

Quante volte, il nostro caro Gianni Barba (o Barba Gianni?), ci ha detto che di notte vedeva fumi e sentiva odori nauseabondi ed irritanti? Ce lo diceva, lui ne era certo: ma dovevamo credergli sulla parola … parole tante, fatti pochi.

Adesso no, adesso non più: ora abbiamo le prove!

Ecco un video recente; la data è quella del 04 giugno 2008, l’orario vicino alla mezzanotte. Non si vede benissimo … ma si vede quello che c’è da vedere. Ma sul rapporto di Arpat di Ottobre 2007 non c’era scritto che l’impianto era aperto solo di giorno?

Banner_FumoIrritante